fbpx

Studiare e lavorare ai tempi del Coronavirus: Google Classroom e Hangouts

Nei momenti di crisi gli uomini aguzzano l’ingegno e trovano soluzioni innovative per vincere le difficoltà, è così che anche Google rispolvera i suoi strumenti per la formazione e per il lavoro a distanza: Classroom e Hangouts.

Google Classroom consente di ottimizzare i compiti, rafforzare la collaborazione e agevolare la comunicazione, per rendere l’insegnamento più produttivo e significativo. I docenti possono creare corsi, distribuire compiti, inviare feedback e tenere tutto sotto controllo, in un unico posto. Classroom si integra inoltre perfettamente con altri prodotti Google, come Documenti Google e Drive. Questo prodotto è una valida risposta alla chiusura della scuole decretata dal Governo Italiano fino al prossimo 15 marzo.

Hangouts ed Hangouts Meet sono, invece, strumenti utilissimi per le riunioni di lavoro e le teleconferenze, un modo per collaborare e lavorare a distanza, perfetto in questo periodo in cui le interazioni sociali devono essere limitate all’essenziale.

Sia Google Classroom che Hangouts sono disponibili nella versione base per tutti gli utenti Google e Gmail, mentre le loro funzioni avanzate sono gratuite per le organizzazioni che usano G Suite for Education e No Profit (Scuole, Università e Associazioni) e a pagamento per le aziende che usano G Suite for Business.

Inoltre, in una nota diffusa da pochi giorni, Google risponde all’emergenza del COVID-19 offrendo le funzioni avanzate di Hangouts Meet anche a tutti i clienti G Suite Business fino al 1° luglio 2020:

Dal momento che un numero sempre crescente di dipendenti, insegnanti e studenti lavora da remoto in seguito alla diffusione del COVID-19, vogliamo fare la nostra parte per consentirgli di essere sempre connessi e produttivi con G Suite. Presto consentiremo a tutti i clienti G Suite di accedere gratuitamente con Hangouts Meet alle nostre funzionalità di videoconferenza, tra cui:

  • Riunioni più estese, che possono includere fino a 250 partecipanti ciascuna
  • Live streaming, per un massimo di 100.000 spettatori appartenenti al dominio
  • Possibilità di registrare le riunioni e salvarle su Google Drive

Insomma, nessuna scusa per accomodarsi e impigrirsi: gli strumenti per continuare a studiare e lavorare anche a distanza esistono già e sono disponibili per tutti.

Add Comment